Una serie di monumenti dalla storia millenaria…

Roma è una città dalla storia millenaria ed ogni angolo nasconde segreti ed affascinanti luoghi, alcuni dei quali meno conosciuti ma non per questo meno interessanti. Passeggiando per le sue strade è possibile imbattersi in interessanti e suggestivi monumenti dalle origini molto antiche. L’itinerario guida il turista alla scoperta di alcuni monumenti della Roma Antica, alcuni visibili anche dall’esterno, altri aperti solo su prenotazione e per gruppi.

La prima tappa del nostro itinerario è il Mausoleo Monte del Grano in Piazza dei Tribuni, uno dei monumenti sepolcrali più grandi dell’antichità. Il monumento è conosciuto con il nome di Monte del Grano sin dal Medio Evo per la sua forma che ricorda quella di un moggio di grano rovesciato. Nel XVI secolo fu qui rinvenuto un sarcofago, oggi conservato nei Musei Capitolini, che farebbe collocare la sua costruzione ai tempi dell’imperatore Alessandro Severo (222-235 d.C.). La seconda tappa è il Sepolcro degli Scipioni in Via di Porta San Sebastiano, monumento funerario di età romana dove furono sepolti molti esponenti di una delle famiglie più illustri della romanità, tra i quali spiccano Scipione l’Africano e Scipione l’Emiliano. Vicino ad esso si trova il Colombario di Pomponio Hylas, un colombario romano del I secolo di notevole interesse per l’eccezionale stato di conservazione.

L’itinerario prosegue con una visita al monumento tradizionalmente conosciuto come Auditorium di Mecenate, anche se in realtà è un ninfeo, più che un auditorium. Il sito, visitabile su prenotazione, si trova nel rione Esquilino, lungo la via Merulana, e la sua scoperta avvenne casualmente nel 1874. La caratteristica più evidente dell’edificio è la decorazione pittorica, risalente agli inizi del I secolo d.C. Si prosegue poi su Via Mecenate fino a raggiungere i resti del Ludus Magnus in Via di S. Giovanni in Laterano, la più grande scuola gladiatoria dell’antica Roma. Fu costruito da Domiziano (81-96 d.C.) ed è una delle quattro caserme (ludi) costruite dall’imperatore, l’unica visibile ma solo parzialmente, infatti, oltre metà di esso giace ancora sotto al suolo.

Roma Antica
Ara Massima di Ercole

La tappa successiva è il Mitreo dell’Ara Massima di Ercole nell’area del Foro Boario, la pianura ritenuta il sito di insediamento più antico della città. Scoperto negli anni ’30 del secolo scorso, il mitreo fu ricavato nel III sec. d.C. in un edificio datato al secolo precedente, di cui si conservano cinque ambienti. In uno di questi ambienti si può ammirare un grande rilievo raffigurante Mitra che uccide il toro. A questo punto si procede in direzione di Piazza d’Aracoeli, dove sono visibili i resti di un’Insula Romana risalente al II secolo d.C. rinvenuta durante i lavori svolti tra il 1929 e il 1942. Essa rappresenta una rara e complessa testimonianza di casa d’affitto romana, la forma di abitazione più comune nella Roma imperiale. Di particolare interesse anche l’Insula di San Paolo alla Regola sotto il cinquecentesco Palazzo Specchi.

Il nostro tour alla scoperta di Roma Antica prosegue con una visita all’Ipogeo di via Livenza, poco lontano dalle mura Aureliane, dove si trovava l’ampio Sepolcreto salario. Del monumento, rinvenuto nel 1923 durante i lavori per la costruzione di una palazzina, si conserva solo una piccola porzione trapezoidale, la quale da sola può dare un’idea dello splendore e della particolarità di questo luogo. Infine, l’itinerario si conclude con una visita al Mausoleo di Lucilio Peto in Via Salaria, noto anche come sepolcro dei Lucilii. Il monumento, risalente agli ultimi anni del I secolo a.C., fu scoperto nel 1887 a circa 6 metri di profondità rispetto alla quota moderna.

Prenota al MIGLIOR Prezzo

Prenotando sul nostro potrai usufruire delle offerte più esclusive. Risparmia e goditi un soggiorno da sogno

Verifica la Disponibilità